Shopping per la casa su Notino

Siamo fuori dal tunnel? Come cantava qualche anno fa Caparezza. Non lo so, è difficile dirlo, anche gli scienziati si dividono e l’unica affermazione è che è una situazione in continua evoluzione. Ma ripercorriamo insieme le tappe della pandemia, che i nostri figli leggeranno nei libri di storia.
A gennaio del 2020, la diffusione di un nuovo coronavirus, il Sars-Cov-2, responsabile della malattia Covid-19, ha causato una pandemia che ha toccato oltre 200 paesi nel mondo. L’origine è stata identificata nel mercato cinese di animali vivi di Wuhan dove ogni giorno vengono macellati, venduti e consumati, tra gli altri, migliaia di cani, gatti, pangolini, serpenti e pipistrelli.
In questo contesto, il coronavirus, naturalmente presente in alcuni di questi animali, è riuscito ad infettare l’essere umano, compiendo un salto di specie. I primi casi ufficialmente registrati in Cina sono dell’inizio del mese di gennaio, ma gli scienziati ipotizzano che i primi contagi reali risalgano al mese di dicembre.
In Italia, il primo paziente affetto da Covid-19 è stato identificato il 21 febbraio a Codogno, un paese in provincia di Lodi e l’11 marzo è stata dichiarata la pandemia mondiale. L’Italia, come molti altri paesi, ha vissuto mesi di isolamento che hanno avuto effetti devastanti sul suo tessuto economico e sociale.
La fase 2, quella della ripartenza, è cominciata il 4 di maggio e un mese dopo, il 3 di giugno, è ufficialmente finito il lockdown. Il coronavirus è la prima crisi di questa portata di natura ambientale e affonda le sue radici nello sfruttamento incontrollato delle risorse naturali che ha progressivamente ridotto la distanza tra domestico e selvatico avvicinando l’essere umano a potenziali nuove minacce. Estate e vaccini: la palizzata contro il Covid funziona. I contagi non erano così bassi da ottobre, i focolai sono in calo, l’incidenza è scesa a 32 casi alla settimana ogni 100 mila abitanti (l’allerta è a 50). L’effetto dei vaccini è ormai evidente nelle fasce d’età più elevate. Occhio però alle varianti! Qualsiasi virus, quando si moltiplica, porta con sé degli errori di “copiatura” nel proprio codice genetico. Sars-Cov-2 non è da meno.
Dalla prima sequenza conosciuta e depositata ad inizio gennaio 2020 ad oggi sono moltissime le mutazioni che si sono andate a creare. Si tratta di un fenomeno del tutto naturale. Più il virus si moltiplica e più è soggetto ad errori.
Sul fronte Sars-Cov-2 quando queste mutazioni si accumulano nel tempo o comunque quando si verificano alcune particolare condizioni (come l’infezione nelle persone immunocompromesse) può accadere che il virus cambi le proprie caratteristiche al punto tale da dare origine ad una variante virale rispetto al virus originale.
Io ormai fin dal primo lockdown ho iniziato a fare la spesa e ad acquistare molte cose su internet.
Il mio shopping preferito è su Notino. Acquisto creme, solari, shampoo, bagnoschiuma e tutto ciò che riguarda la cura della persona. Questa volta ho deciso di farmi un giro nella sezione drogheria, dove posso trovare tutti i prodotti per la casa. Igiene, cura, pulizia, disinfezione, profumazione. Non manca proprio nulla.

Author: Noemi Guerriero

Ciao. Sono Noemi Guerriero. Ho venticinque anni. Diplomata in lingue. Amo viaggiare. Vivo tra Napoli e Milano. Sono una blogger. Amo la moda, i viaggi e la fotografia. Tutto ciò che è fashion. Ho due bassotti. Seguo gli eventi dedicati alla moda. E racconto sul blog e sui social i miei viaggi e le location più belle. Sono presente su Instagram (@noemicooper) Seguitemi

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.