Imetec bellissima capelli da favola

Care amiche, oggi voglio fare un tuffo nel passato e riflettere su quello che mi racconta mamma.
Quando loro erano ragazze, per avere dei bei capelli lisci e morbidi, dovevano lavorarci tanto con spazzola e phon, con bigodini e altri metodi, dai risultati alquanto improbabili.
Allora ho pensato che noi ragazze invece siamo proprio fortunate, abbiamo piastre che ci fanno qualunque tipo di piega.
Si, forse siamo diventate un po’ piastra-dipendenti però, parliamoci chiaro, come potremmo farne a meno.
La piastra lisciante
Le piastre sono in vendita nei grandi magazzini e nei negozi specializzati. Sui siti ormai, come su Notino, ne trovi veramente un’infinità. Sono a buon prezzo e di ottima qualità.
Oggi però, Invece di prendere in rassegna tutte le marche esistenti, davvero numerosissime, ci limiteremo a ricordare delle regole essenziali nella scelta di una piastra Per non rovinare i capelli, il consiglio è di sceglierne una fatta al 100% di ceramica ionica, oppure di comprarne una a infrarossi.
La piastra di ceramica ionica: La tecnologia usata per le piastre di ceramica è sicuramente meno nociva per i capelli rispetto a quella usata per le piastre normali. Questo tipo di piastre mantiene il capello in salute permettendogli di conservare lucentezza ed elasticità nonostante la stiratura.
Inoltre, le piastre di ceramica ionica emettono ioni negativi che agiscono sul capello come vere e proprie vitamine, eliminando l’elettricità statica, e permettendo una stiratura più duratura.
Io ho scelto proprio questa tecnologia in ceramica e ho ordinato, su Notino naturalmente, Bellissima Imetec Hair Straightener B21 100.
La tecnologia infrarossa: le piastre a infrarossi permettono di riscaldare il capello dall’interno verso l’esterno, in modo da evitare il surriscaldamento della superficie del capello.
I capelli, così, saranno lisci sia all’interno sia all’esterno, permettendo alla stiratura di durare più a lungo, senza bruciare la superficie del fusto.
Se usiamo regolarmente la piastra lisciante, la cosa più importante è prendersi molta cura dei capelli. Così come le aggressioni naturali come vento e sole, anche la piastra indebolisce i capelli, a causa del calore molto forte che sprigiona: è importante, quindi, curare i capelli.
Anche scegliendo le tecnologie più all’avanguardia, i tuoi capelli subiranno comunque un’aggressione (anche se più lieve) e sarà quindi necessario coccolarli di più.
La frequenza ideale per passare la piastra senza rovinare i capelli è una sola volta alla settimana.
Come usare correttamente la piastra lisciante
Prima raccomandazione: accendere la piastra e non lasciarla accesa aspettando che si riscaldi.
Le nuove piastre, infatti, si scaldano molto velocemente e possono essere usate anche meno di cinque minuti dopo l’accensione, a volte anche immediatamente, se si tratta degli ultimissimi modelli.
Usare la piastra sui capelli asciutti.
È fondamentale per non bruciarli.
Sul mercato ci sono delle nuove piastre pensate per essere usate sui capelli umidi, tuttavia questo tipo di piastra riscalda di meno, risultando a quanto pare meno efficace, in particolare perché non dà l’effetto lucido di una messa in piega!
Usare un balsamo o un latte lisciante preventivo, specifico per essere applicato sui capelli prima di passare la piastra.
Per cominciare la stiratura, separare i capelli a ciocche e inserire una ciocca stretta nella piastra partendo dalla radice dei capelli. Richiudere la piastra e stirare la ciocca scendendo delicatamente verso le punte.
L’importante è non ripassare dieci volte sulla stessa ciocca e, invece, scendere abbastanza lentamente (6 secondi circa), in modo che la stiratura sia impeccabile già alla prima passata
Per avere un risultato perfetto, la stiratura deve iniziare dai capelli della nuca e risalire verso la parte superiore della testa.
Si può dare la forma che si vuole alla pettinatura, orientando il movimento delle punte dei capelli: all’esterno per dare volume e movimento, verso l’interno o diritti, per un effetto “spaghetti”.
Prendersi cura della piastra
Per conservare la piastra il più a lungo possibile e in buono stato, evitare di lasciarla in posti in cui c’è dell’acqua (come il bagno, per esempio) poiché l’umidità potrebbe rovinare i circuiti elettrici.
Inoltre, bisogna ricordarsi di pulirla il più spesso possibile, una volta che si è raffreddata, con uno straccio leggermente umido..

Author: Noemi Guerriero

Ciao. Sono Noemi Guerriero. Ho venticinque anni. Diplomata in lingue. Amo viaggiare. Vivo tra Napoli e Milano. Sono una blogger. Amo la moda, i viaggi e la fotografia. Tutto ciò che è fashion. Ho due bassotti. Seguo gli eventi dedicati alla moda. E racconto sul blog e sui social i miei viaggi e le location più belle. Sono presente su Instagram (@noemicooper) Seguitemi

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.