Igiene dentale con Notino

Care amiche, oggi voglio approfondire un argomento che mi tocca particolarmente: l’igiene dentale. Come ho già raccontato in passato, ho un problema ai denti che mi porterà dal dentista praticamente per sempre e devo comunque avere un’igiene orale molto attenta.
Denti non curati o infiammazioni gengivali possono avere conseguenze sull’intero organismo, per questo è importante mantenere una bocca sana e per farlo, occorrono: una buona conoscenza delle regole basilari dell’igiene orale e la costanza nella loro applicazione.
Inutile dirvi che la prima regola è una corretta e regolare pulizia dei denti che deve avvenire quotidianamente. I denti, infatti, andrebbero lavati subito dopo aver mangiato e prima di andare a dormire la sera.
Non sempre è possibile però, in questi casi è buona cosa sciacquare la bocca con abbondante acqua, oppure, masticare chewingum al fluoro.
Ma andiamo nello specifico, ecco quali sono gli altri accorgimenti da seguire per mantenere una bocca sana…
LO SPAZZOLINO. È lo strumento più importante per la prevenzione della carie e dei disturbi gengivali, perché è in grado di rimuovere i residui di cibo e la placca batterica. È molto importante saper scegliere con cura il tipo di spazzolino da usare.
L’ ideale è piccolo quanto basta per raggiungere tutte le superfici dei denti, con le setole dure e con la punta arrotondata in nylon.
Ma parliamo della tecnica di spazzolamento: per i denti superiori l’azione deve avvenire dall’alto verso il basso, mentre per quelli inferiori dal basso verso l’alto. Questo permette di raggiungere gli spazi interprossimali senza danneggiare le gengive.
Di norma è bene sostituire lo spazzolino ogni 3 mesi.
IL DENTIFRICIO. Se all’azione combinata di spazzolino e filo interdentale aggiungete anche quella di un buon dentifricio, ecco che la battaglia per una corretta igiene orale diventa ancora più efficace.
La sua funzione è quella di mantenere puliti i denti grazie all’azione detergente, rinfrescando allo stesso tempo il cavo orale.
Anche in questo caso esistono diverse tipologie:
* Al Fluoro: rimineralizzano lo smalto dei denti e svolgono un’azione antibatterica, prevenendo la carie.
* Antiplacca: svolgono un’azione antibatterica grazie a sostanze che tengono sotto controllo l’accumularsi della placca.
*Antitartaro: ostacolano la produzione del tartaro
*Gengive irritate: contengono componenti antibatterici utili contro la flora patogena e riducono le infiammazioni delle gengive.
* Denti sensibili: combattono la sensibilità dentale, riducendo il fastidio causato dal contatto con cibi o bevande fredde e calde.
LO SCOVOLINO. Utilizzare gli scovolini interdentali di grandezza adeguata ai propri spazi al posto del filo interdentale. E’ particolarmente utile nella pulizia degli spazi interdentali più ampi laddove la recessione gengivale determina la formazione di spazi molto larghi alla base dei denti.
Può essere utilizzato anche per rimuovere la placca batterica che si deposita sotto i ponti dentali.
È composto da un manico di plastica cui seguono delle setole artificiali.
La setola deve essere delicatamente inserita negli spazi interdentali mantenendo una piccola inclinazione dal basso vero l’alto per l’arcata dentaria inferiore e viceversa per quella superiore, in modo da rimuovere i residui del cibo e la placca batterica. Una volta inserito deve essere fatto scorrere orizzontalmente lungo i denti per 7-8 volte.
E’ consigliato usarlo due volte al giorno dopo i pasti e prima di lavarsi i denti. Così facendo viene facilitata l’azione dello spazzolino e del dentifricio i cui principi attivi possono raggiungere anche gli spazi interdentali.
Lo scovolino interdentale una volta utilizzato può essere riadoperato finché non si rovinano le setole; basta lavarlo e farlo asciugare all’aria.
Quando le setole cominciano a deformarsi bisogna cambiarlo.
IL COLLUTORIO. Non si tratta, naturalmente, di un sostituto dello spazzolino, bensì di uno strumento in più a completamento dell’igiene orale, che infatti non si limita solamente alla parte dentaria.
Il collutorio svolge un’importante azione protettiva, in quanto, impedisce il riformarsi della placca, lasciando alla bocca una sensazione di maggior freschezza.
Per un’igiene orale completa è buona norma utilizzare il collutorio quotidianamente, solitamente dopo aver lavato i denti.
Bastano 20 ml di prodotto, che non deve essere diluito. Effettuare degli sciacqui tenendo il prodotto almeno 30 secondi in bocca, senza ingerire.
Su Notino, anche su consiglio del mio dentista, ho scelto tutti prodotti della linea Meridol.
Prevenire è meglio che curare, e questo vale per tutto l’organismo.
Una bocca sana, partendo da un’alimentazione corretta (alimenti ricchi di vitamine, sali minerali, grassi, idrati di carboni proteine e fibre), garantisce all’intero organismo benefici non indifferenti.

Author: Noemi Guerriero

Ciao. Sono Noemi Guerriero. Ho venticinque anni. Diplomata in lingue. Amo viaggiare. Vivo tra Napoli e Milano. Sono una blogger. Amo la moda, i viaggi e la fotografia. Tutto ciò che è fashion. Ho due bassotti. Seguo gli eventi dedicati alla moda. E racconto sul blog e sui social i miei viaggi e le location più belle. Sono presente su Instagram (@noemicooper) Seguitemi

Share This Post On
468 ad

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.