noemiguerriero.com http://www.noemiguerriero.com Fashion Style Mon, 17 Feb 2020 13:14:01 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 LA VERITÀ SUL CORONAVIRUS BASTA CON LA DISINFORMAZIONE http://www.noemiguerriero.com/coronavirus-basta-con-la-disinformazione/ http://www.noemiguerriero.com/coronavirus-basta-con-la-disinformazione/#respond Mon, 17 Feb 2020 13:12:58 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13832 Due i decessi fuori dalla Cina, a Hong Kong e nelle Filippine. Sessantacinque i nuovi contagiati sulla Diamond Princess, in Giappone: il totale complessivo arriva a 135. Regno Unito (4 casi): minaccia “grave e imminente”. Al Celio gli otto italiani rimpatriati. Negativi il test sui due bambini portati allo Spallanzani: possono tornare alla Cecchignola.Sale oltre […]

L'articolo LA VERITÀ SUL CORONAVIRUS BASTA CON LA DISINFORMAZIONE proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Due i decessi fuori dalla Cina, a Hong Kong e nelle Filippine.
Sessantacinque i nuovi contagiati sulla Diamond Princess, in Giappone:
il totale complessivo arriva a 135.
Regno Unito (4 casi): minaccia “grave e imminente”.
Al Celio gli otto italiani rimpatriati. Negativi il test sui due bambini portati allo Spallanzani: possono tornare alla Cecchignola.
Sale oltre 1000 il bilancio complessivo dei morti, la maggior parte in Cina, per il coronavirus che ha superato di gran lunga quello della Sindrome respiratoria acuta grave (Sars), che ha ucciso 774 persone in tutto il mondo nel 2002-2003.
Mentre i casi di contagio hanno superato quota 40.000 (40.171).
Il numero degli stranieri contagiati, fa sapere Pechino, nel Paese è salito a 27. Per la precisione, con la morte di altre 103 persone nella provincia cinese di Hubei, epicentro dell’epidemia, il bilancio dei morti nella nazione è salito a 1.011. Il numero dei contagi è salito a oltre 42.200.
E un nuovo caso di coronavirus cinese è stato confermato anche a San Diego, in California. Lo riporta l’emittente locale, precisando che si tratta di un cittadino americano che è stato evacuato da Wuhan, in Cina, epicentro dell’epidemia.
Una donna cinese di 30 anni nella Corea del Sud è risultata inoltre positiva al coronavirus a Seul. E’ il 28esimo caso in Corea del Sud mentre 15 sono quelli accertati in Vietnam.
Diffusione
Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, che ha appena inviato una squadra di esperti in Cina, il numero di infezioni rilevate quotidianamente nel Paese si sta stabilizzando, ma è troppo presto per concludere che l’epidemia ha superato il suo picco. Si sta registrando un periodo di stabilità nel quale il numero di casi segnalati non è aumentato.
Contagio, sintomi principali e precauzioni.
I coronavirus umani si trasmettono da una persona infetta a un’altra attraverso:

  • la saliva, tossendo e starnutendo
  • contatti diretti personali
  • le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso o occhi
  • una contaminazione fecale (raramente).
    Nuovo coronavirus 2019-nCoV: il punto sui meccanismi di trasmissione
    Nel Situation Report – 12, pubblicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) il 1 febbraio 2020 viene fatto il punto sui meccanismi di trasmissione del nuovo coronavirus 2019-nCoV.
    Sulla base dei dati al momento disponibili, l’OMS ribadisce che il contatto con i casi sintomatici (persone che hanno contratto l’infezione e hanno già manifestato i sintomi della malattia) è il motore principale della trasmissione del nuovo coronavirus 2019-nCoV.
    Trattamento
    Non esistono trattamenti specifici per le infezioni causate dai coronavirus e non sono disponibili, al momento, vaccini per proteggersi dal virus. La maggior parte delle persone infette da coronavirus comuni guarisce spontaneamente.
    Riguardo il nuovo coronavirus 2019-nCoV, non esistono al momento terapie specifiche, vengono curati i sintomi della malattia (così detta terapia di supporto) in modo da favorire la guarigione, ad esempio fornendo supporto respiratorio.
    Prevenzione
    È possibile ridurre il rischio di infezione, proteggendo se stessi e gli altri, seguendo alcuni accorgimenti:
    Proteggi te stesso
    Lavati spesso le mani (dopo aver tossito/starnutito, dopo aver assistito un malato, prima durante e dopo la preparazione di cibo, prima di mangiare, dopo essere andati in bagno, dopo aver toccato animali o le loro deiezioni o più in generale quando le mani sono sporche in qualunque modo).
    Non è raccomandato l’utilizzo generalizzato di mascherine chirurgiche in assenza di sintomi.
    Proteggi gli altri
  • Se hai una qualsiasi infezione respiratoria copri naso e bocca quando tossisci e/o starnutisci (gomito interno/fazzoletto).
  • Se hai usato un fazzoletto buttalo dopo l’uso.
  • Lavati le mani dopo aver tossito/starnutito.
    Alla ricerca del vaccino
    In una corsa contro il tempo per cercare di sconfiggere il virus, la Cina ha iniziato la sperimentazione sui topi di un primo possibile vaccino.
    La sperimentazione sui topi rappresenta infatti soltanto uno screening iniziale di un possibile vaccino. In seguito sono previsti ulteriori test di tossicità su animali di maggiori dimensioni, come le scimmie, per garantire la sicurezza del vaccino negli studi clinici sugli esseri umani
    Ho scelto di scrivere un post sul coronavirus, raccogliendo informazioni importanti su vari organi di stampa, perché penso che più se ne parla e più ci si informa, meno si cade in errore.
    La paura irrazionale e la mancanza di approfondimento crea situazioni assurde di odio verso persone che non c’entrano niente con la diffusione del virus.
    La ricerca spasmodica di un nemico al quale addossare tutte le colpe sembra diventato oggi essenziale e oltre a disertare tutte le attività commerciali di proprietà cinese, si moltiplicano le aggressioni a danno di tutti gli orientali.

L'articolo LA VERITÀ SUL CORONAVIRUS BASTA CON LA DISINFORMAZIONE proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/coronavirus-basta-con-la-disinformazione/feed/ 0
Acconciature top con Notino http://www.noemiguerriero.com/acconciature-top-con-notino/ http://www.noemiguerriero.com/acconciature-top-con-notino/#respond Wed, 05 Feb 2020 11:54:57 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13824 Care amiche, quante di voi sognano capelli con leggere onde dall’effetto naturale? Sono ideali quando vogliamo rinunciare a pieghe perfette e rigorosi capelli lisci.Il loro punto forte è che appaiono come chiome super naturali, ma voluminose ed estremamente sensuali. Le beach waves sono adatte ad ogni occasione e ad ogni tipologia di capelli. Infatti, danno […]

L'articolo Acconciature top con Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Care amiche, quante di voi sognano capelli con leggere onde dall’effetto naturale? Sono ideali quando vogliamo rinunciare a pieghe perfette e rigorosi capelli lisci.
Il loro punto forte è che appaiono come chiome super naturali, ma voluminose ed estremamente sensuali.
Le beach waves sono adatte ad ogni occasione e ad ogni tipologia di capelli. Infatti, danno volume a chi ha pochi capelli e salvano le ragazze che hanno chiome più fluenti e non impeccabili.
Le celebrity che sfoggiano beach waves da urlo sui red carpet e nella vita di tutti i giorni sono tantissime.
Non importa se avete i capelli corti o lunghi, ricci o lisci, le beach waves si possono riprodurre sempre.
Il protagonista assoluto deve essere il volume. A differenza delle flat waves che proprio come suggerisce il nome sono onde piatte, le beach sono più spettinate e “casual”.
Il segreto è far credere di essersi svegliate così, ma solo noi sappiamo quanto impegno ci è voluto per ottenere quella piega.
Che poi è quello che succede anche con il make-up: i trucchi più naturali sono spesso quelli più “faticosi” e per cui usiamo più prodotti.
Anche chi ha i capelli lisci può ottenere le beach waves.
Come dicevamo, stiamo parlando infatti di una piega ad effetto naturale e non particolarmente mossa, quella che un po’ tutte abbiamo dopo una giornata al mare.
Se proprio non si possono ottenere boccoli e ricci gonfissimi, almeno si può avere un aspetto mosso!
Paradossalmente, sarà più difficile ottenere un ondulato disordinato partendo da una base riccia.
Ma niente è impossibile con i giusti strumenti.
Innanzitutto è d’obbligo l’utilizzo di un prodotto che aiuti ad attenuare l’effetto crespo.
I ricci vanno poi domati e possono essere allentati con la piastra.
Ok, la maggior parte degli hairstyle sono più adatti ai capelli lunghi, questo dobbiamo ammetterlo. Ma non è detto che chi ha un taglio corto non possa sfoggiare onde effetto spiaggia!
Ma basta un bob, anche molto corto, per ottenere un risultato fantastico! Anzi, per dare volume ad un caschetto le onde effetto spiaggia sono perfette e molto più semplici e veloci da realizzare che sulle chiome lunghe.
La prima donna con le beach waves? La Venere di Milo.
E i messy bun? Di gran moda nell’Antica Roma.
Tra moda e cultura, le beach Waves attraversano la storia.
All’epoca della corte di Versailles, prima con Luigi XV e poi con Maria Antonietta, ricci e onde diventano simbolo di ricchezza e opulenza.
Le acconciature sono esagerate, ostentate, improbabili e i capelli letteralmente sepolti sotto extension e parrucche che sono vere e proprie sculture.
Ricci, boccoli e onde conoscono una nuova primavera a partire dagli anni ’20 e fino al Sessantotto grazie ad alcune delle più grandi dive che il cinema ricordi.
La chioma mossa di Marlene Dietrich contribuisce al fascino drammatico dell’attrice, che negli anni ’30 impone il mito della donna fatale, trasgressiva, dominatrice, dalla sessualità ambigua e dal fascino irrestibile, condiviso con la “rivale” Greta Garbo. Ricci, boccoli e onde più o meno mosse e cotonate sono stati una delle mode simbolo degli anni ’80.
Ad abbracciarla tantissime “insospettabili”, in seguito pentite e convertite ad acconciature meno voluminose e più disciplinate.
Oggi è una pettinatura molto usata nella vita di tutti i giorni perché ha il vantaggio di dare un aspetto naturale ai capelli e di non stressarli troppo.
La preparazione può avvenire già dall’asciugatura, con un pron-spazzola.
Io uso la spazzola termica della Remington che ho acquistato su Notino.
Questa spazzola permette di avere capelli vaporosi e ricchi di volume e ha in dotazione diversi tipi di spazzole per varie acconciature.
Il modo migliore poi, per fissare una pettinatura è una buona lacca.
Vi consiglio Infinium de L’Oreal Paris, professionale, ha un fissaggio forte.

L'articolo Acconciature top con Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/acconciature-top-con-notino/feed/ 0
Igiene dentale con Notino http://www.noemiguerriero.com/igiene-dentale-con-notino/ http://www.noemiguerriero.com/igiene-dentale-con-notino/#respond Mon, 27 Jan 2020 11:52:14 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13816 Care amiche, oggi voglio approfondire un argomento che mi tocca particolarmente: l’igiene dentale. Come ho già raccontato in passato, ho un problema ai denti che mi porterà dal dentista praticamente per sempre e devo comunque avere un’igiene orale molto attenta. Denti non curati o infiammazioni gengivali possono avere conseguenze sull’intero organismo, per questo è importante […]

L'articolo Igiene dentale con Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Care amiche, oggi voglio approfondire un argomento che mi tocca particolarmente: l’igiene dentale. Come ho già raccontato in passato, ho un problema ai denti che mi porterà dal dentista praticamente per sempre e devo comunque avere un’igiene orale molto attenta.
Denti non curati o infiammazioni gengivali possono avere conseguenze sull’intero organismo, per questo è importante mantenere una bocca sana e per farlo, occorrono: una buona conoscenza delle regole basilari dell’igiene orale e la costanza nella loro applicazione.
Inutile dirvi che la prima regola è una corretta e regolare pulizia dei denti che deve avvenire quotidianamente. I denti, infatti, andrebbero lavati subito dopo aver mangiato e prima di andare a dormire la sera.
Non sempre è possibile però, in questi casi è buona cosa sciacquare la bocca con abbondante acqua, oppure, masticare chewingum al fluoro.
Ma andiamo nello specifico, ecco quali sono gli altri accorgimenti da seguire per mantenere una bocca sana…
LO SPAZZOLINO. È lo strumento più importante per la prevenzione della carie e dei disturbi gengivali, perché è in grado di rimuovere i residui di cibo e la placca batterica. È molto importante saper scegliere con cura il tipo di spazzolino da usare.
L’ ideale è piccolo quanto basta per raggiungere tutte le superfici dei denti, con le setole dure e con la punta arrotondata in nylon.
Ma parliamo della tecnica di spazzolamento: per i denti superiori l’azione deve avvenire dall’alto verso il basso, mentre per quelli inferiori dal basso verso l’alto. Questo permette di raggiungere gli spazi interprossimali senza danneggiare le gengive.
Di norma è bene sostituire lo spazzolino ogni 3 mesi.
IL DENTIFRICIO. Se all’azione combinata di spazzolino e filo interdentale aggiungete anche quella di un buon dentifricio, ecco che la battaglia per una corretta igiene orale diventa ancora più efficace.
La sua funzione è quella di mantenere puliti i denti grazie all’azione detergente, rinfrescando allo stesso tempo il cavo orale.
Anche in questo caso esistono diverse tipologie:
* Al Fluoro: rimineralizzano lo smalto dei denti e svolgono un’azione antibatterica, prevenendo la carie.
* Antiplacca: svolgono un’azione antibatterica grazie a sostanze che tengono sotto controllo l’accumularsi della placca.
*Antitartaro: ostacolano la produzione del tartaro
*Gengive irritate: contengono componenti antibatterici utili contro la flora patogena e riducono le infiammazioni delle gengive.
* Denti sensibili: combattono la sensibilità dentale, riducendo il fastidio causato dal contatto con cibi o bevande fredde e calde.
LO SCOVOLINO. Utilizzare gli scovolini interdentali di grandezza adeguata ai propri spazi al posto del filo interdentale. E’ particolarmente utile nella pulizia degli spazi interdentali più ampi laddove la recessione gengivale determina la formazione di spazi molto larghi alla base dei denti.
Può essere utilizzato anche per rimuovere la placca batterica che si deposita sotto i ponti dentali.
È composto da un manico di plastica cui seguono delle setole artificiali.
La setola deve essere delicatamente inserita negli spazi interdentali mantenendo una piccola inclinazione dal basso vero l’alto per l’arcata dentaria inferiore e viceversa per quella superiore, in modo da rimuovere i residui del cibo e la placca batterica. Una volta inserito deve essere fatto scorrere orizzontalmente lungo i denti per 7-8 volte.
E’ consigliato usarlo due volte al giorno dopo i pasti e prima di lavarsi i denti. Così facendo viene facilitata l’azione dello spazzolino e del dentifricio i cui principi attivi possono raggiungere anche gli spazi interdentali.
Lo scovolino interdentale una volta utilizzato può essere riadoperato finché non si rovinano le setole; basta lavarlo e farlo asciugare all’aria.
Quando le setole cominciano a deformarsi bisogna cambiarlo.
IL COLLUTORIO. Non si tratta, naturalmente, di un sostituto dello spazzolino, bensì di uno strumento in più a completamento dell’igiene orale, che infatti non si limita solamente alla parte dentaria.
Il collutorio svolge un’importante azione protettiva, in quanto, impedisce il riformarsi della placca, lasciando alla bocca una sensazione di maggior freschezza.
Per un’igiene orale completa è buona norma utilizzare il collutorio quotidianamente, solitamente dopo aver lavato i denti.
Bastano 20 ml di prodotto, che non deve essere diluito. Effettuare degli sciacqui tenendo il prodotto almeno 30 secondi in bocca, senza ingerire.
Su Notino, anche su consiglio del mio dentista, ho scelto tutti prodotti della linea Meridol.
Prevenire è meglio che curare, e questo vale per tutto l’organismo.
Una bocca sana, partendo da un’alimentazione corretta (alimenti ricchi di vitamine, sali minerali, grassi, idrati di carboni proteine e fibre), garantisce all’intero organismo benefici non indifferenti.

L'articolo Igiene dentale con Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/igiene-dentale-con-notino/feed/ 0
World lash day su Notino http://www.noemiguerriero.com/world-lash-day-su-notino/ http://www.noemiguerriero.com/world-lash-day-su-notino/#respond Wed, 15 Jan 2020 11:38:21 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13810 Care amiche, il 19 febbraio si celebra il World Lash Day, la giornata mondiale dedicata alle ciglia (vere o false) che negli ultimi anni sono diventate protagoniste dei look di bellezza in passerella e su Instagram. Ma, se un tempo non troppo lontano, sono state esclusivamente quelle finte ad assicurare un risultato da star, oggi […]

L'articolo World lash day su Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Care amiche, il 19 febbraio si celebra il World Lash Day, la giornata mondiale dedicata alle ciglia (vere o false) che negli ultimi anni sono diventate protagoniste dei look di bellezza in passerella e su Instagram.
Ma, se un tempo non troppo lontano, sono state esclusivamente quelle finte ad assicurare un risultato da star, oggi con le nuove tecniche (come la laminazione e le extension) e i giusti trattamenti possiamo sfoggiare uno sguardo da Twiggy senza troppi artifici.
Proprio gli occhi da cerbiatta ritornano a essere prepotentemente à la page, e molte sono le celebrity che sui red carpet attirano come calamite i flash con ciglia magnetiche ma naturali.
Il ritorno è quindi a uno sguardo anni sessanta.
Per ottenerlo in tempo flash consiglio di mettere in posa un primer, che prepara le ciglia facendole apparire più spesse, e poi passare il mascara.
In ogni caso la lashcare rimane fondamentale.
Iniziamo con il consiglio della nonna: struccarsi sempre, per eliminare grumi di make-up che potrebbero irrigidire e spezzare le ciglia.
I prodotti oleosi sono il best friend del caso, da utilizzare su dischetti di cotone, pulendo dalle radici alle punte.
Il mai più senza sul comodino: il siero.
Sceglierne uno adatto a noi è importante e non bisogna mai dimenticare di massaggiarlo sulle ciglia prima di andare a dormire.
Ogni sera io uso in modo alternato due tipi:
– Eveline Cosmetics SOS Lash Booster, è un siero rigenerante attivatore di crescita delle ciglia effetto rinvigorente.
L’biotica Active Lash, è crema rigenerante per le ciglia.
Del primer abbiamo detto: grazie alla sua texture avvolgente, leviga la superficie.
Le più basic possono usarlo senza mascara come prodotto nude che disciplina e definisce.
Se le ciglia sembrano comunque rade, nulla vieta di infoltirle con qualche ciuffetto fake da posizionare all’angolo esterno dell’occhio.
E comunque io adoro il mascara è ormai non ne posso più fare a meno.
Scegliere quello giusto non è facile.
Ce ne sono un’infinità, con diversi pennelli e pettinini.
Penso che questa sia una scelta molto personale, anche a secondo della manualità di ognuna di noi, ma la scelta è ampia.
Vi consiglio comunque di fare un giro su notino e leggere le caratteristiche
di ogni prodotto per capirne l’uso e la frequenza.

L'articolo World lash day su Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/world-lash-day-su-notino/feed/ 0
Notino e i tanti profumi per lei http://www.noemiguerriero.com/notino-e-i-tanti-profumi-per-lei/ http://www.noemiguerriero.com/notino-e-i-tanti-profumi-per-lei/#respond Mon, 23 Dec 2019 17:56:27 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13805 Care ragazze, ormai siamo molto vicine al Natale e i regali sono tutti sotto l’albero, però per noi donne un regalo non può mai mancare. È un messaggio per i nostri uomini. Volete fare un regalo sicuramente gradito? Un profumo per lei. Ma quando il profumo è diventato un elemento essenziale della femminilità di una […]

L'articolo Notino e i tanti profumi per lei proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Care ragazze, ormai siamo molto vicine al Natale e i regali sono tutti sotto l’albero, però per noi donne un regalo non può mai mancare.
È un messaggio per i nostri uomini. Volete fare un regalo sicuramente gradito? Un profumo per lei. Ma quando il profumo è diventato un elemento essenziale della femminilità di una donna?
L’Esposizione Universale del 1900 attesta per la prima volta il successo del profumo su larga scala: nasce così la profumeria moderna.
Il profumo viene considerato come una creazione originale molto vicina ad una creazione artistica: non più basata sull’armonia, ma sul contrasto e su un piano via via sempre più complesso, una vera e propria rivoluzione olfattiva.
Sarà il segnale che incoraggerà i grandi creatori di moda a lanciarsi in questa grande avventura, creativa e commerciale. Aprendo la via a un nuovo approccio di creazione, il couturier Paul Poiret inventa la nozione di couturier-profumiere: una sottile alleanza tra il lusso dell’alta moda e il profumo che non smetterà più di ampliarsi. Dopo lo shock della prima guerra mondiale, che lascia un’Europa distrutta, la pace finalmente ritrovata, richiama a una corsa sfrenata alle novità, a una volontà di godere di ogni istante, a una ricerca di modernità.
Il profumo diventa un prodotto di lusso. Siamo in piena Belle Epoque e la silhouette della donna si libera dalle imbottiture.
La Francia, alla ricerca di esotismo, scopre i grandi profumieri francesi e negli Stati Uniti nascono i primi istituti di cura del corpo e cosmesi.
Le donne lavorano e si emancipano, e richiedono pertanto dinamismo e freschezza anche ai loro profumi. E’ Ernest Beaux, profumiere della società Rallet, che compone nel 1921 per Mademoiselle Chanel il famoso N° 5.
Come i suoi tailleur, i flaconi che “vestono” i suoi profumi sono sobri ed eleganti, ornati di una semplice etichetta su fondo bianco sul quale spicca il nome della fragranza in nero. Poi scoppia la guerra e la moda si adatta alle restrizioni. Dopo la guerra si annunciano tempi nuovi.
I grandi sarti impongono fragranze di carattere: Dior lancia il New Look, a ciascuno il suo stile, si usa un profumo di alta moda per farsi notare.
Esce Marie Claire, primo settimanale femminile rivolto al grosso pubblico che parla di moda e di bellezza. Con la liberazione, gli Americani portano in Europa chewing gum, blue jeans e rock’n roll. Anche la vita delle donne si trasforma: costrette a lavorare nelle fabbriche per sostenere lo “sforzo bellico”, le donne hanno scoperto l’indipendenza economica.
Il prêt à porter sostituisce poco a poco la confezione di sartoria.
Anche i profumi diventano più accessibili. Negli anni ‘60 il movimento hyppie, nato a San Francisco, predica un ritorno alla natura, il rifiuto delle costrizioni, l’uguaglianza dei sessi, la ricerca dei paradisi artificiali al grido di “fate l’amore, non la guerra”.
Musica pop, giacconi di cuoio nero, capelli lunghi, sono i simboli di questa gioventù ribelle. Dalle manifestazioni contro la guerra del Vietnam al maggio ’68, un vento di ribellione soffia ovunque tra i giovani e si diffonde in Europa. La gioventù scopre l’India, i suoi guru, le sue sette e i suoi aromi: si profuma di sandalo, di muschio e di patchouli e brucia bastoncini di incenso. Gli anni ‘70 inaugurano un periodo di reale apertura all’estero di cui beneficia largamente la cultura americana.
Le nuove tecniche di commercializzazione riflettono perfettamente questo movimento: non si tratta più di produrre e di vendere, ma di analizzare il mercato e il comportamento dei consumatori per rispondere alle loro aspettative dagli anni 80 in poi c’è un continuo sviluppo nella ricerca sempre più raffinata.
Nascono così fragranze in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza.
Oggi le profumerie, sia sul web che nelle nostre strade, traboccano di profumi.
Le bottiglie sono delle vere e proprie opere d’arte e le profumazioni creano atmosfere uniche.
Io ho scelto, tra i tanti profumi esposti nella vetrina virtuale di Notino, Versace RedJeans Woman. Ha una confezione di latta molto bella e la bottiglia racchiude in sè tutto lo stile Versace.

L'articolo Notino e i tanti profumi per lei proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/notino-e-i-tanti-profumi-per-lei/feed/ 0
Il make up per le feste su Notino http://www.noemiguerriero.com/il-make-up-per-le-feste-su-notino/ http://www.noemiguerriero.com/il-make-up-per-le-feste-su-notino/#respond Fri, 13 Dec 2019 12:15:36 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13799 Care amiche, siamo già nel periodo di cene, aperitivi, scambi di auguri, brindisi ecc. Cioè quelle serate di festa alle quali il nostro look “deve” adeguarsi. Quindi possiamo giocare a trasformarci ogni sera in una donna diversa. Possiamo scegliere di indossare uno “smokey intenso” sugli occhi oppure un “rosso fiammante” sulle labbra; o ancora ci […]

L'articolo Il make up per le feste su Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Care amiche, siamo già nel periodo di cene, aperitivi, scambi di auguri, brindisi ecc.
Cioè quelle serate di festa alle quali il nostro look “deve” adeguarsi.
Quindi possiamo giocare a trasformarci ogni sera in una donna diversa.
Possiamo scegliere di indossare uno “smokey intenso” sugli occhi oppure un “rosso fiammante” sulle labbra; o ancora ci possiamo divertire con gli ombretti dorati oppure con quelli argentati.
Non è necessario improvvisarsi make up artist di professione, se non è nelle nostre corde, ma possiamo osare di più sicuramente.
E se non vogliamo essere iper truccate da festa, possiamo arricchire il trucco quotidiano con dei tocchi luminosi di polvere dorata su zigomi, arcata sopraccigliare e angolo interno dell’occhio.
Lo so che la ricerca del regalo perfetto è uno stress, ma dobbiamo assolutamente cercare di dedicare un po’ di tempo per noi.
Il suggerimento è un trucco natalizio che ci faccia brillare sia durante il cenone che allo scarto dei regali. Nonostante l’arrosto bruciato o le confezioni stropicciate.
Vi lascio qualche idea semplice ed efficace di trucco natalizio da sfoggiare il giorno del 24 e 25 dicembre e stupire parenti e amici con un make-up di classe e super glam!
1. Puntare sull’oro Per le meno abili, e in mancanza di tempo, vince l’oro: da solo, in stick, polveri all-over metalliche e preziose da applicare su zigomi, tempie, centro delle labbra, regalano in pochi tocchi un (finto) nude look che abbaglia, su ogni colorito.
Il più tradizionale dei look “nude gold” abbina un ombretto oro o bronzo a tutta palpebra con un lipstick nude, ma dai bagliori in tono, come un pesca dorato, ma si può arricchire tutto con ulteriori tocchi platino e perla, sporattutto negli angoli interni degli occhi e sull’osso zigomale, per un’aura di luce ancora più abbagliante.
L’unica attenzione è non dimenticare mai il mascara, a dare profondità e definizione allo sguardo.
Il risultato, è quasi sempre una certezza, anche last minute.
E il makeup sembra non esserci, ma splende.
2. Labbra rosse e occhi gold È il binomio più classico per le feste, un passepartout: labbra rosse e sguardo magico. Il rossetto è il focus del look, in tutta la gamma del rosso intenso e lussuoso.
Due consigli: scegliete un rosso freddo, con un sottono blu, ideale per illuminare ogni incarnato e ogni sorriso.
Per pranzi, cocktail e cene puntate sul finish matte vellutato, più resistente.
Per party e dopocena, via libera invece a rossi lucidissimi e scintillanti, vilici o tuffati nel gloss.
Per lo sguardo, due varianti base: potete optare per un’intramontabile virgola di eyeliner oppure giocare con polveri in tutte le sfumature preziose dell’oro, bronzo e perla, per smokey eye soft ma preziosi.
Lo stesso gioco di luci si posa anche sugli zigomi, per un highlighting che regala una nuova tridimensionalità al volto e flash di luce a ogni movimento.
3. Argento e bordeaux non è più difficile del look precedente, ma esige abilità con la gestione dei contrasti. Funziona bene sulle pelli più chiare.
Sostitute all’oro l’argento è metallico e vivo, a tutta palpebra, e abbinatelo a rossi molto intensi sulle labbra.
L’argento si applica a tutta palpebra, in uno smokey intenso e lunare, oppure con una virgola di eyeliner, cattura luce.
Il rossetto vira verso una palette ricca, dal bordeaux al prugna ai viola scuri. Che sia vellutato o lucido effetto specchio, indispensabile allora un incarnato perfetto, senza ombre ma solo qualche tocco di luce satinata sui punti chiave del viso, creati con un illuminante perlato e “frost”, dai riflessi freddi.
Fascino da dark lady assicurato.
Io, come faccio sempre, ho dato un’occhiata su Notino e sto facendo incetta di trucchi per le feste. Per ora ho acquistato un ombretto glitter per illuminare lo sguardo, il mascara che non può mai mancare per dare profondità allo sguardo e una terra abbronzante illuminante per una pelle perfetta e pronta come base ad un trucco super.

L'articolo Il make up per le feste su Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/il-make-up-per-le-feste-su-notino/feed/ 0
Atelier Pantheon e gli abiti da sogno http://www.noemiguerriero.com/atelier-pantheon-e-gli-abiti-da-sogno/ http://www.noemiguerriero.com/atelier-pantheon-e-gli-abiti-da-sogno/#respond Tue, 03 Dec 2019 10:57:18 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13792 Care ragazze, tutte noi fin da piccole sognamo il principe azzurro che venga a portarci via.Tutte sognamo un matrimonio da favola ma sapete come procedere? Da dove iniziare? Che ne dite allora di rubare i segreti dei più grandi wedding planner per riuscire così, anche da sole, ad organizzare un evento indimenticabile?Organizzare le nozze può […]

L'articolo Atelier Pantheon e gli abiti da sogno proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Care ragazze, tutte noi fin da piccole sognamo il principe azzurro che venga a portarci via.
Tutte sognamo un matrimonio da favola ma sapete come procedere?
Da dove iniziare? Che ne dite allora di rubare i segreti dei più grandi wedding planner per riuscire così, anche da sole, ad organizzare un evento indimenticabile?
Organizzare le nozze può essere un gran divertimento ma anche uno stress non indifferente.
La cosa più importante è scegliere dei collaboratori veramente capa il: catering, fioristi, fotografi e fornitori che si occuperanno del grande giorno.
Saranno infatti loro a dirigere e orchestrare il tutto in tempo reale ed è importantissimo che godano della vostra totale fiducia.
E’ comunque importantissimo, una volta decisa la data delle nozze fare un piano chiaro di tutto quello che volete e delle tempistiche.
La prima cosa da fare sarà decidere la Chiesa o il municipio, scegliere la location, il catering e fermare la data prescelta.
Altra cosa importantissima sarà decidere il budget per avere le idee chiare su quanto spendere.
Una volta che avrete un’idea di massima potrete procedere nella scelta del fotografo, del fiorista e poi, fare una prima lista degli invitati.
Attenzione poi a questo ultimo punto: se ancora non siete certe del numero indicativo dei vostri invitati, prima di confermare una location (che poi potrebbe rivelarsi troppo piccola o troppo grande) sarà il caso di fare una lista abbastanza precisa delle persone che vorreste avere al vostro matrimonio.
La parte più divertente sarà certamente quella in cui, con l’aiuto del catering e del fiorista, dovrete decidere la scenografia, i colori e il filo conduttore delle vostre nozze.
La parte fondamentale però per noi ragazze, è inutile negarlo, è la scelta dell’abito da sposa.
La scelta dell’abito da sposa è uno dei momenti più eccitanti della fase preparatoria del matrimonio, ma alcune vivono quest’esperienza con ansia, perché tutte desiderano l’abito perfetto ed i dubbi e le indecisioni possono talvolta scatenare stati di stress.
Alcuni suggerimenti possono aiutare:

  1. Per prima cosa dovete pensare agli abiti che siete abituate ad indossare e con i quali vi sentite più a vostro agio.
    Tutte noi sappiamo esattamente quale stile ci si addice di più.
    E’ importante anche sapere quali parti del corpo volete valorizzare e mostrare, per esempio il collo, le spalle e il decoltè o altro.
    In questo modo saprete scegliere un modello di abito che scopra e valorizzi queste parti, coprendone altre che preferite non mostrare.
  2. E’ decisamente meglio andare a scegliere il vestito in compagnia di qualcuno di cui vi fidate, qualcuno che vi conosce bene e sui cui consigli avete sempre potuto contare perché siete certe che vi parlerà sinceramente e nel vostro interesse.
    Qualcuno che quindi tiene a voi in maniera particolare.
    La mamma di solito è la persona ideale e magari un’ amica.
  3. Stabilire un budget di spesa. Ovviamente questo suggerimento vale per ogni bene o servizio che acquisterete ma in particolare per l’abito.
  4. Chiedete il permesso per scattare qualche foto con i vari abiti che indosserete. Rivedervi in foto vi aiuterà a capire meglio qual’ è l’abito più adatto a voi. Inoltre anche se trovate subito l’abito giusto, avere una foto può aiutarvi nella ricerca degli accessori.
  5. È consigliabile fare la scelta con largo anticipo.
    Visitare i diversi atelier, provare e riprovare gli abiti, trovare quello più adatto a voi e aggiustare i particolari o la taglia richiede tempo.
    Il momento ideale per scegliere e comprare l’abito va dai 9 ai 6 mesi prima del matrimonio.
    Io, come avete potuto vedere nelle foto delle ultime settimane, ho avuto occasione di indossare dei favolosi abiti da sposa.
    Ho realizzato un foto servizio per l’Atelier Pantheon di Grottaminarda.
    La casa della sposa più fornita e rinomata della provincia di Avellino. Da anni lo staff dell’atelier coccolano le spose e le consigliano con la scelta più giusta e adatta alle proprie esigenze.
    Una vasta gamma di brand, tra i più importanti al mondo: Pronovias, Roberto Cavalli, Liri e tante altre, delle quali naturalmente troverete tutte le ultime collezioni. Lo staff qualificato vi seguirà per tutte le prove ed é a disposizione per qualunque modifica, grazie ad un esperto team di sarte.
    La maggior parte delle spose spesso compra un tipo di vestito che non ha niente a che vedere con quello sognato e immaginato, perché una cosa è immaginarsi con qualcosa indosso e un’altra è vedersi. Dunque divertitevi a giocare con la vostra immagine, provate modelli anche completamente diversi tra loro per taglio, colore e stile, come ho fatto io per le foto, e scegliete quello che vi sta meglio.
    La prova e la scelta dell’abito dovrebbe essere uno dei momenti più belli e divertenti della fase organizzativa del matrimonio.
    Provare abiti da sogno e sentirsi come principesse, questo è lo spirito giusto, quindi non fatevi prendere dall’ansia e dallo stress.
    Il vestito dei vostri sogni potrebbe essere il primo che indosserete o forse dovrete misurarne dieci, prima di trovare qualcosa che vi soddisfi, ma prendetelo come un gioco e sicuramente lo troverete fra le migliaia di proposte dell’Atelier Pantheon.
    Vi consiglio di telefonare preventivamente per prendere appuntamento, in modo da avere a disposizione uno staff di persone esperte che vi possano consigliare al meglio e vi possano assicurare il migliore servizio possibile e un’assistenza accurata.

L'articolo Atelier Pantheon e gli abiti da sogno proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/atelier-pantheon-e-gli-abiti-da-sogno/feed/ 0
I regali di Natale su Notino http://www.noemiguerriero.com/i-regali-di-natale-su-notino/ http://www.noemiguerriero.com/i-regali-di-natale-su-notino/#respond Fri, 29 Nov 2019 14:04:17 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13786 Carissime ragazze, pensato a cosa regalare per Natale? Avete già inaugurato il periodo nel quale studiamo i nostri cari e gli facciamo le domande più assurde pur di capire “il regalo perfetto”.Ma vi siete mai chieste da dove arriva l’usanza di scambiarsi i Regali di Natale? In realtà non si sa da quanto Babbo Natale […]

L'articolo I regali di Natale su Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Carissime ragazze, pensato a cosa regalare per Natale?
Avete già inaugurato il periodo nel quale studiamo i nostri cari e gli facciamo le domande più assurde pur di capire “il regalo perfetto”.
Ma vi siete mai chieste da dove arriva l’usanza di scambiarsi i Regali di Natale? In realtà non si sa da quanto Babbo Natale porta i regali ai bimbi…
forse da sempre!
L’usanza di scambiarsi doni tra adulti, invece, ha origini molto antiche.
Risale alle strenne dei Romani: rami consacrati che le persone si scambiavano il primo gennaio come augurio di prosperità e di abbondanza.
Secondo la leggenda fu il re dei Sabini Tito Tazio (proprio quello del ratto delle sabine, che visse più di 700 anni prima di Cristo), a dare il via.
Egli chiese in dono ai suoi sudditi, ogni capodanno, un ramoscello d’alloro o di ulivo colto nel bosco sacro della dea Strenia (da cui la parola “strenna”). Secondo invece la tradizione religiosa scambiarsi doni e pensieri in occasione del Santo Natale ha origini lontanissime.
Sembra risalire proprio alla nascita di Gesù Cristo, quando i tre Re Magi, Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, portarono in dono al nuovo nato oro, incenso e mirra, doni preziosi e rari all’epoca.
Un gesto, che ancora oggi celebriamo, scambiando regali e pensando a come rendere felici le persone che ci amano e ci stanno accanto.
Per questo il consiglio è quello di non badare troppo al prezzo ed evitare la mania di acquistare regali eccessivamente costosi.
Cerchiamo di scegliere idee creative e romantiche, che possano davvero esprimere appieno l’emozione tipica di questo magico periodo dell’anno.
Io ho già scelto quasi tutti i regali sul sito di Notino.
Ho potuto scegliere tra centinaia di regali di Natale dedicati alla cura della persona per lui e per lei.
Ed in più profumi e Make up.

L'articolo I regali di Natale su Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/i-regali-di-natale-su-notino/feed/ 0
Calendari dell’avvento su Notino http://www.noemiguerriero.com/calendari-dellavvento-su-notino/ http://www.noemiguerriero.com/calendari-dellavvento-su-notino/#respond Thu, 21 Nov 2019 12:23:22 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13775 Care amiche il Natale si avvicina e questo secondo me è il periodo più bello. Quello dell’attesa resta sempre un momento magico. Si prepara tutto in attesa della festa più sentita da tutta la famiglia. È il periodo dell”Avvento”. Nella liturgia cattolica con questo termine si indicano le 4 domeniche che precedono la celebrazione della […]

L'articolo Calendari dell’avvento su Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Care amiche il Natale si avvicina e questo secondo me è il periodo più bello. Quello dell’attesa resta sempre un momento magico.
Si prepara tutto in attesa della festa più sentita da tutta la famiglia.
È il periodo dell”Avvento”. Nella liturgia cattolica con questo termine si indicano le 4 domeniche che precedono la celebrazione della nascita di Gesù Bambino.
In chiesa, avrete sicuramente notato una corona composta spesso da rami di alberi sempreverdi. È posta sull’altare.
Vi sono posizionate 4 candele che verranno accese una ogni domenica per scandire l’avvicinamento al Natale.
Ma c’è un altro modo divertente e piacevole per trascorrere il tempo che manca al Natale: il calendario dell’Avvento.
Come molte delle usanze legate al periodo natalizio, anche questa tradizione sembra arrivare dai paesi del Nord Europa.
Un certo signore tedesco, tale Gherard Lang, editore protestante, nel 1908, decise di rielaborare una piccola consuetudine casalinga di quando era ancora bambino. La mamma di Gherard, forse stanca di sentire il piccolo che, giorno dopo giorno, chiedeva insistentemente “Quando arriva il Natale?“, “Quanto manca al Natale?“, decise di confezionare 24 piccoli sacchetti con dentro dei biscotti speziati.
Ne avrebbe regalato uno al giorno al bimbo a partire dal primo giorno di dicembre; una volta terminati i sacchetti, allora sarebbe stato Natale.
Gherard Lang sviluppò l’idea stampando un cartellone con 24 finestrelle che le mamme avrebbero potuto riempire a loro piacimento.
Dalla Germania l’usanza si è spostata presto verso sud fino a raggiungere rapidamente anche il nostro Paese.
Oggi esistono molti tipi di calendario dell’Avvento: si va da quelli che sotto ogni casella celano un versetto del Vangelo, a quelli che nascondono piccoli regali, agli edifici addobbati a calendario.
A me piace il Natale, la sua atmosfera e come quel bimbo di tanti anni fa non vedo l’ora che arrivi.
Quest’anno quindi per rendere ancora più unica l’attesa mi sono voluta regalare il Calendario dell’Avvento e l’ho scelto tra i tanti in vendita su Notino.
Il calendario che ho acquistato è di Delia Cosmetics e nelle caselline ci sono tanti prodotti full size e mini size dedicati al make up e allo skin care.

L'articolo Calendari dell’avvento su Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/calendari-dellavvento-su-notino/feed/ 0
Black Friday e Notino http://www.noemiguerriero.com/black-friday-e-notino/ http://www.noemiguerriero.com/black-friday-e-notino/#respond Wed, 13 Nov 2019 12:14:29 +0000 http://www.noemiguerriero.com/?p=13769 Care amiche, oggi se abbiamo bisogno di qualcosa, anche i prodotti che usiamo tutti i giorni, facciamo un giro sul web. Ed aspettiamo anche le promozioni speciali. A volte incredibili, come il Black Friday. Ma andiamo con ordine. Stavamo parlando degli acquisti sul web. Ma vi siete mai chieste: quando è iniziato il commercio elettronico? […]

L'articolo Black Friday e Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
Care amiche, oggi se abbiamo bisogno di qualcosa, anche i prodotti che usiamo tutti i giorni, facciamo un giro sul web.
Ed aspettiamo anche le promozioni speciali.
A volte incredibili, come il Black Friday.
Ma andiamo con ordine. Stavamo parlando degli acquisti sul web.
Ma vi siete mai chieste: quando è iniziato il commercio elettronico? Quali sono le sue origini? L’espressione commercio elettronico, in inglese e-commerce (anche eCommerce), può indicare diversi aspetti:
1) può riferirsi all’insieme delle transazioni per la commercializzazione di beni e servizi realizzate tramite Internet;
2) nell’industria delle telecomunicazioni si intende l’insieme delle applicazioni dedicate alle transazioni commerciali.
3) un’altra definizione descrive il commercio elettronico come l’insieme di gestione di attività commerciali attraverso modalità elettroniche.
Il significato del termine “commercio elettronico” è mutato col passare del tempo. Nel tempo sono state aggiunte delle funzioni che possono venire denominate in modo più accurato come “e-commerce” (contrazione di electronic commerce) — l’acquisto di beni e servizi attraverso il WWW ricorrendo a server sicuri, con servizi di pagamento in linea, come le autorizzazioni per il pagamento con carta di credito. Alcune tipologie di prodotti o servizi appaiono maggiormente adattabili alle vendite online, mentre altri sono più indicati per il commercio tradizionale.
Le imprese di commercio elettronico che hanno realizzato le migliori performance restando tuttavia un’entità totalmente virtuale (senza aprire fisicamente degli esercizi commerciali) vendono solitamente prodotti informatici. Un settore nel quale si è sviluppato un grande volume d’affari e che sembra sia in continuo aumento, è quello della cosmesi.
Numerosi sono i siti di vendita on line che offrono una grande scelta.
Io, ormai da qualche mese, acquisto spesso su Notino.
Il sito di Notino, oltre ad offrire un’ampia scelta tra migliaia di prodotti, tra i quali poter scegliere quelli più adatti alla nostra persona, organizza spesso campagne promozionali. Sconti, omaggi e l’evento più importante: il black Friday.
Quest’anno la data del Black Friday (evento mondiale) è il 29 novembre.
Ma su Notino potrai avere gli sconti già dal 25 novembre e fino al 1 dicembre. Una settimana intera per scegliere i migliori profumi e cosmetici.

L'articolo Black Friday e Notino proviene da noemiguerriero.com.

]]>
http://www.noemiguerriero.com/black-friday-e-notino/feed/ 0